Modelli condizionatori Toshiba

In ambito residenziale, i modelli condizionatori Toshiba hanno in comune notevole affidabilità, un alto livello di efficienza energetica, silenziosità, alta qualità dell’aria e design innovativo.

Quali sono i modelli da tenere in considerazione in fase d’acquisto?

Toshiba Shorai: un condizionatore altamente tecnologico con un’anima “green”. La differenza con molti altri impianti di condizionamento sta nel basso impatto sulle emissioni di CO2 in ambiente e nelle eccellenti prestazioni: numeri alla mano, Seer fino a 7,3 e SCOP fino a 4,6 I condizionatori Toshiba Shorai sono disponibili in 6 taglie da 2,5 kW a 7,0 kW: il range di temperature va da -15 a +46 gradi centigradi. Al fine di ottenere una perfetta distribuzione dell’aria, i modelli top di gamma di questa serie possono contare sulla funzione 3D (utile per gestire in automatico il flusso dell’aria e per assicurare comfort tecnico uniforme), un deflettore verticale motorizzato e due deflettori orizzontali indipendenti e motorizzati che dispongono di sei diverse posizioni per la distribuzione dell’aria.

www.toshibaclima.it

I valori di pressione sonora dei condizionatori Toshiba Shorai sono bassi: per dirne una, la taglia 10 e la taglia 13 hanno appena 23 dBA. Infine, la presenza dello scambiatore Self Cleaning impedisce alla polvere e alle altre micro particelle di sporcizia di accumularsi sulla superficie. Di fatto, andrai a spendere meno in manutenzione, per avere informazioni sulla manutenzione e l’assistenza dei condizionatori a firenze visita condizionatorifirenze.altervista.org.

TOSHIBA Monosplit AVANT serie 7 Inverter hi-wall: un interessante modello di buon livello qualitativo, di dimensioni ridotte,  di semplice installazione, di design innovativo, disponibile tutto sommato ad prezzo contenuto (da 449 euro). La suddetta serie è disponibile quattro taglie e, come nel caso della serie Shorai, propone  un ampio ventaglio di temperature, da -15°C in riscaldamento a +46°C in raffrescamento.

Il sistema Inverter garantisce il raggiungimento della classe A di efficienza: ciò consumi energetici contenuti. Per rendere salubre l’aria del contesto in cui il TOSHIBA Monosplit AVANT serie 7 Inverter hi-wall viene installato, segnaliamo la presenza di un eccellente sistema di filtrazione: la sua azione 3 in 1 consente di ridurre i batteri, di eliminare i cattivi odori e di prevenire allergie. Ottimo il fatto che l’unità interna sia autopulente: dopo che si è spenta l’unità, il ventilatore resta attivo per altri 20 minuti, in modo da eliminare l’umidità residua e per far asciugare la batteria di scambio termico.

Non si registrano sbalzi di temperatura in fase di accensione e spegnimento automatico dell’unità. La “macchina” nel complesso è silenziosa: 26 dB (A).

Sia nella serie Toshiba Shorai che in quella TOSHIBA Monosplit AVANT serie 7 Inverter hi-wall, il telecomando ha comandi chiari ed ergonomici. Aspetto utile per gli anziani.

Per concludere, se cerchi una gamma di sistemi per ogni esigenza di climatizzazione e di riscaldamento e creazione di un ambiente confortevole per la famiglia, i modelli condizionatori Toshiba sono il meglio del meglio.

 

Prezzi condizionatori Toshiba

Prima di introdurre l’argomento prezzi condizionatori Toshiba, vale la pena sottolineare che l’azienda fondata a Tokyo nel 1875 da Tanaka Hisashige mette sul mercato impianti di condizionamento che hanno come target non solo i privati o meglio le quattro mura domestiche, ma anche professionisti e ampi edifici. Nello specifico, per ciò che concerne il segmento light commercial, le gamme Digital Inverter e SuperDigital Inverter hanno particolarmente successo nelle piccole e medie imprese. Nel segmento commercial, invece, riscuotono una certa popolarità i sistemi VFR. Il top per affidabilità. comfort e risparmio energetico.

Fatta questa opportuna precisazione, segnaliamo alcuni modelli davvero meritevoli di nota in rapporto qualità prezzo:

  • Toshiba condizionatore RAS13BAVE/13BKVE Inverter A+/A+ 12000 Btu/h serie Mirai R410: 499 euro
  • CLIMATIZZATORE CONDIZIONATORE TOSHIBA MIRAI INVERTER RAS-13BKV-E CLASSE A+ 13000 BTU: 510 euro
  • Toshiba Condizionatore RAS13N3AV2E/B13N3KV2E Inverter A++/A+ 13.000 Btu/h Serie Akita Evo II: 691 euro
  • CLIMATIZZATORE TOSHIBA AVANT INVERTER RAS-167SKV-E7 16000 BTU: 775 euro
  • Condizionatore Mono Split Toshiba AvAnt Inverter Hi-wall 13000 btu RAS-137SKV-E6 3.2/3.6Kw: 834 euro
  • Condizionatore Mono Split Toshiba AvAnt Inverter Hi-wall 16000 btu 4.4/5.2Kw Modello RAS-167SKV-E5: 1.230 euro
  • CLIMATIZZATORE TOSHIBA DUAL INVERTER AKITA EVO II 10000+13000 con RAS-2M18S3AV-E: 4.500 euro

A prescindere dai prezzi condizionatori Toshiba, tutti i suddetti modelli hanno qualcosa in comune: unità a parete sottili, integrabili in ogni contesto (case, negozi, hotel, uffici, PMI), batteria all’avanguardia, filtro con un azione di protezione contro polvere, batteri, pollini, ecc, design moderno adatto ad ogni tipo di arredamento.

LEGGI ANCHE RICARICHE GAS CONDIZIONATORI IL GAS R22 è QUELLO GIUSTO?

Per concludere il discorso sui prezzi condizionatori Toshiba, precisiamo che l’azienda nipponica ha messo sul mercato impianti di condizionamento sempre più efficienti dal punto di vista energetico e rispettosi dell’ambiente. E il rapporto qualità-prezzo è davvero degno di nota.vendita

 

Climatizzatori Toshiba le ultime novità

Grazie alle loro caratteristiche tecniche, ad un design adattabile a qualsiasi tipo di arredamento, alle eccellenti prestazioni, all’alta silenziosità, al risparmio energetico e all’affidabilità del brand, le ultime novità dei climatizzatori Toshiba hanno riscosso un certo successo sul mercato. Con la linea green, l’azienda del Sol Levante è stata in grado di intercettare le molteplici esigenze di climatizzazione, accontentando privati (case, appartamenti) e il segmento business-commercial (imprese, uffici, locali, ristoranti, negozi, hotel, ecc.). Nel caso dei grandi spazi commerciali, i sistemi Toshiba VFR vanno oggigiorno per la maggiore.

LEGGI ANCHE: RICARICHE CONDIZIONATORI FIRENZE

Quali sono le ultime novità dei climatizzatori Toshiba? Tra i mono split segnaliamo il Climatizzatore Toshiba Mirai R410 7000 BTU, il Climatizzatore Toshiba Mirai con nuovo gas R32 12000 BTU, il Climatizzatore Toshiba Akita Evo II 12000 BTU e il Climatizzatore Toshiba Super Daiseikai 8 15000 BTU. Il primo costa 440 euro, il secondo 490 euro, il terzo 710 euro e il quarto 1.730 euro.

Tra i dual split segnaliamo il Climatizzatore Dual Split Toshiba Akita Evo II U.E. RAS-2M14S3AV-E + U.I. 7000 + 7000 BTU, il Climatizzatore Dual Split Toshiba Akita Evo II U.E. RAS-2M14S3AV-E + U.I. 9000 + 90000 BTU, il Climatizzatore Dual Split Toshiba Akita Evo II U.E. RAS-2M18S3AV-E + U.I. 9000 + 12000 BTU, il Climatizzatore Dual Split Toshiba Akita Evo II U.E. RAS-2M18S3AV-E + U.I. 15000 + 15000 BTU.

LEGGI ANCHE: PULIZIA FILTRI OGNI QUANTO SI EFFETTUA

Il primo costa 1.268 euro, il secondo 1.312 euro, il terzo 1.543 euro e il quarto 1.750 euro.

Per concludere il discorso sul tema climatizzatori Toshiba le ultime novità, la presenza del purificatore d’aria al plasma, eccellente nel rimuovere polvere, polline e particelle di sporcizia in meno di mezz’ora, ha permesso all’azienda giapponese di effettuare il definitivo salto di qualità in materia di qualità dell’aria. Lo stesso dicasi per lo ionizzatore e per il sistema autopulente.

 

Ricarica gas condizionatori a Firenze ogni quanto si effettua?

Ricarica gas condizionatori a Firenze ogni quanto si effettua? E’ questo uno dei quesiti più ricorrenti tra tutti coloro che di recente hanno acquistato un impianto di condizionamento. La risposta è semplicissima: non esiste un preciso arco temporale che richiede di ricaricare i condizionatori. Occorre procedere alla ricarica solo nel momento in cui ci si accorge che il climatizzatore raffresca poco. Ciò vuol dire quasi certamente che è scarico di gas.

Ogni quanto si effettua la Ricarica gas condizionatori a Firenze?

Per averne la definitiva conferma, urge effettuare dei controlli e delle valutazione. Qualcosa, infatti, potrebbe non essere in ordine. In quanto addetti ai lavori, noi di Condizionatori Pessot suggeriamo di dare prima di tutto un’occhiata al telecomando. E’ impostato correttamente? Le sue batterie sono cariche? In caso di risposta affermativa, è prioritario controllare lo stato dei filtri.

PULIZIA FILTRI CONDIZIONATORI OGNI QUANTO SI EFFETTUA

Con l’arrivo della stagione estiva, i filtri potrebbero essere intasati dalla polvere e da particelle di sporcizia accumulatesi nella fase di inutilizzo della macchina nel corso della stagione invernale. Se i filtri sono puliti (o alternativamente dopo averli puliti/fatti pulire), occorre procedere con la ricarica gas condizionatori.

In linea teorica, i condizionatori non dovrebbero mai essere caricati, poiché il gas refrigerante non si consuma nel corso delle numerose trasformazioni di stato. Se c’è qualche problema è perché si è registrata qualche perdita che nella stragrande maggioranza dei casi si verificano nei raccordi dell’unità interna e nelle giunzioni eseguite durante la fase di installazione.

Detto tutto quello che c’era da dire sul tema ricarica gas condizionatori a Firenze ogni quanto si effettua, focalizziamoci su un argomento collegato. Quanto tempo ci vuole per ricaricare un condizionatore? Condizionatori Pessot a Firenze e provincia esegue questo intervento in tempi brevissimi: se l’impianto è integralmente scarico, ci vogliono appena 30 minuti per procedere alla ricarica condizionatori.

COME SI EFFETTUA UNA RICARICA GAS DI UN CONDIZIONATORE

Non tutti possono svolgere la ricarica del condizionatore. La nostra ditta dispone di tutte le certificazioni necessarie per portare a termine interventi tecnici su condizionatori, climatizzatori, pompe di calore e i vari apparecchi che contengono gas fluoruranti a effetto serra. Infine, si tenga conto che le perdite in un condizionatore vanno riparate per legge.

 

Pulizia filtri condizionatori ogni quanto si effettua?

La pulizia filtri condizionatori è di fondamentale importanza se si intende mantenere salubre l’aria del contesto domestico e di quello abitativo e se si ha a cuore la propria salute e quella dei “residenti”. Nel corso della stagione estiva, i condizionatori tornano ad essere utilizzati, viste le elevate temperature.

Dato che questo elettrodomestico è stato tenuto a riposo nella stagione invernale, almeno nella maggior parte dei casi, i filtri hanno accumulato polvere, batteri, pollini, agenti patogeni e allergeni. Se i filtri del condizionatore non venissero puliti e la macchina venisse azionata, a seguito del primo gettito d’aria, tutte queste altre micro particelle di sporcizia metterebbero a repentaglio la salubrità dell’aria. E, come è semplice intuire, le cose sarebbero particolarmente dannose soprattutto in presenza di anziani, bambini e persone con problemi alle vie respiratorie.

pulizia filtri condizionatori firenze
pulizia filtro condizionatori firenze

Perciò, la pulizia filtri condizionatori ogni quanto si effettua? Condizionatori Pessot suggerisce di concordare due appuntamenti annuali con specialisti del settore. Tassativo, quello a ridosso della stagione estiva, quando il climatizzatore entra in funzione a tempo pieno. Umidità e caldo comportano l’aumento della proliferazione di batteri, fra cui la Legionella Pneumophia, nota come una delle cause principali delle malattie alle vie respiratorie dell’uomo.

RICARICHE GAS R22 CONDIZIONATORI

Ti accorgi subito che i filtri del condizionatori sono sporchi ed intasati dalla polvere, perché l’elettrodomestico è particolarmente rumoroso. Se risiedi a Firenze e provincia, contatta Condizionatori Pessot al numero in sovra impressione. Fisseremo un appuntamento, tenendo conto delle tue esigenze, e in tempi rapidi puliremo i filtri della macchina che, a seguito del nostro intervento, ritornerà ad esprimere le prestazioni iniziali.

Una volta smontati i filtri e staccata la presa della corrente, procediamo con la pulizia.  Ci affidiamo di norma ad un compressore che andrà a rimuovere sporcizia e polvere. Dopodiché passiamo al lavaggio. Utilizziamo detergenti rigorosamente certificati. Lasciamo i filtri in ammollo in una bacinella per un arco di tempo di un’ora. Infine, passiamo all’asciugatura e al rimontaggio dei filtri.

COME SI EFFETTUA LA RICARICA GAS DEL CONDIZIONATORE

Il condizionatore tornerà come nuovo e pagherai di meno in bolletta, visto che la macchina sarà più efficiente.

 

Come si effettua una ricarica gas di un condizionatore

Affinché un condizionatore possa assolvere al meglio il suo compito, è necessario che vi sia la giusta quantità di gas. Dopo un tot di tempo, può verificarsi una perdita di gas per la presenza di un forellino, il più delle volte impossibile da vedere a occhio nudo. Come risolvere il problema? Te lo spieghiamo, segnalandoti come si effettua una ricarica di gas di un condizionatore.

ricariche gas condizionatori firenze
ricariche gas condizionatori firenze

Una volta chiamati gli addetti ai lavori, toccherà a costoro individuare il forellino e procedere alla riparazione. I gas, infatti, si sa, sono sempre sostanze nocive. Con il fai da te, correresti il rischio di inalarli, seppur in maniera accidentale.

Tutti i tecnici specializzati hanno a disposizione dei kit ad uso pronto, per eseguire la ricarica di gas del condizionatore. In primis, sulla porta della bassa pressione viene installato il tubo di carica. A fronte di un sistema scarico, la contaminazione di gas potrebbe ostruire la carica di gas. Il sistema, pertanto, va riparato mediante pompa a vuoto per la rimozione dell’umidità e dell’aria. Per il ricevitore di essiccazione, invece, urge provvedere alla sostituzione.

Fatte queste operazioni preliminari, è possibile andare a vedere come si effettua una ricarica gas di un condizionatore: tutto inizia con lo spruzzo di una soluzione di acqua e sapone sui raccordi. E’ di fondamentale importanza che il tecnico di turno controlli l’assenza di bolle d’aria e che le batterie non siamo bloccate dalla presenza di detriti. Con un compressone a nasso livello di gas, bisognerà spurgare il tubo di carica, dopo aver aperto a valvola e aver proceduto al riempimento con il refrigerante.

Il passaggio successivo verte sull’allentamento del raccordo in ottone, deputato al collegamento tra valvola e turbo flessibile. La procedura continua con l’avvitamento della valvola e con il collegamento del tubo flessibile all’attacco del moto condensante.

Dopo qualche minuto, bisognerà controllare il livello del gas dal manometro. Infine, potrà avvenire la ricarica del gas del condizionatore. Solo quando l’indicatore sarà stabile sulla fascia che indica il livello esatto del gas, allora la ricarica sarà completata.

Condizionatori Pessot da anni effettua ricarica di gas dei condizionatori a Firenze e provincia. Per saperne di più su tempi e prezzi di quest’operazione, contattaci al numero in sovra impressione.

 

Ricariche gas condizionatori il gas R22 è quello giusto?

Sono molti coloro che ci chiedono se in riferimento alle ricariche gas condizionatori il gas R22 è quello giusto. Rispondiamo subito con un perentorio “no”. Cos’è il gas R22? Semplicemente un HCFC (idro-cloro-fluoro-carburo) che risulta particolarmente dannoso per l’ambiente. Ciò nonostante, l’R22 risulta decisamente presente in molte vecchie unità di condizionamento, la cui installazione è avvenuta prima del 2002.

ricariche gas condizionatori firenze
ricariche gas condizionatori firenze

Sulla base di quanto stabilito dalla Normativa Comunitaria e precisamente all’interno del Regolamento CE 2037 del 2000 (in Italia D.P.E. 147 del 15-02-2009), l’R22 poteva essere usato solo come refrigerante rigenerato. Usiamo volontariamente il tempo imperfetto, perché dal 1 gennaio 2015, l’uso e la distribuzione dell’R22 è illegale. Conseguentemente, ricambi e accessori per prodotti che usano ancora R22 sono irreperibili e, a fronte di un guasto o di fuga di gas R22 da un climatizzatore, procedere al reintegro della carica è proibito.

Il costo dei refrigeranti e dei sostituti dell’R2 vanno anche oltre i 100 euro al kg. L’R424A, l’R422D e infine l’R417A sono tra i gas refrigeranti più accessibili in termini economici.

Per saperne di più, contatta Condizionatori Pessot al numero presente in sovra impressione.

 

Miglior marca condizionatori 2016

Aspettiamo l’estate tutto l’anno, ma il caldo torrido può essere causa di problemi non indifferenti, soprattutto per anziani, bambini e persone con problemi respiratori importanti. Con un condizionatore in casa la situazione può essere risolta in modo definitivo. Tra le tante marche di condizionatori, scegliere quello più adatto alle vostre esigenze diventa un impresa non da poco, soprattutto se non si è del settore. Per poter dare una risposta sensata ad una domanda cosi generica occorre però fare un po’ di chiarezza. Il primo aspetto da valutare, è scegliere quello più adatto alle vostre esigenze abitative, e la potenza che deve possedere per raffreddare l’ambiente desiderato. Tale potenza viene indicata in BTU (British Thermal Unit), bisogna, quindi, sapere quanti metri quadri misura lo spazio da condizionare e, in base a questo, determinare il totale di BTU necessari.

migliori marchi condizionatori firenze
migliori marchi condizionatori firenze

Ad esempio, un ambiente di 20/30 mq necessità di 9.000 BTU che corrispondono a 2,5 Kw. L’altro aspetto da non sottovalutare è legato al consumo di energia che è chiaramente collegato alla potenza del condizionatore, infatti, non ha caso sempre più consumatori sono interessati al sistema INVERTER, si tratta di un dispositivo che consente di calibrare in maniera più efficiente la potenza fornita, evitando che il motore della macchina si accenda e si spenga in continuazione, e pertanto è possibile conseguire un risparmio di energia oscillante tra il 30% e il 50% rispetto a quanto riscontrabile con i normali condizionatori, e dell’abbandono delle escursioni termiche dei vecchi modelli on/off.

Un altro aspetto importante del sistema INVERTER è la silenziosità, e in fine, ma non ultimo, la sostenibilità ambientale. Una volta era sufficiente rivolgersi ad un negozio di elettrodomestici qualsiasi in cui, chi era l’addetto alla vendita aveva la padronanza della materia e, anche se non si poteva considerare un tecnico, era comunque una persona che poteva darci un infarinatura abbastanza esauriente dell’argomento, mettendoci in condizione di farci un idea e quindi una scelta, ora i tempi sono cambiati e spesso chi deve comprare un condizionatore va in un centro commerciale, dove il commesso una settimana prima, magari, vendeva reggiseni e mutande. La nostra organizzazione, senza alcuna pretesa, vuole cercare di fare la parte del commesso di una volta, magari con una preparazione tecnica migliore, e fornire alcuni consigli tra la miglior marca condizionatori 2016. Senza dubbio le grandi aziende asiatiche sono quelle che detengono il primato sul mercato, grazie alla loro innata superiorità verso la tecnologia, e una supremazia indiscussa anche in tema di innovazione.

La DAIKIN e la MITSUBISHI possono essere considerate il top del settore dei condizionatori, si tratta di brand che hanno saputo proporre ai consumatori soluzioni in grado di tenere insieme i profili tecnologici di assoluto rilievo, design in linea con le tendenze, rispetto per l’ambiente e capacità di fornire risposte sempre tese a soddisfare esigenze via via più complesse. Risposte che riescono peraltro a creare un rapporto qualità prezzo ottimale. La GENERAL FUJITSU, azienda giapponese fondata nel 1936, è da sempre attenta all’ambiente e sviluppa prodotti ecosostenibili di alta qualità per garantire il massimo comfort abitativo, infatti, si dimostrano sempre efficienti ed affidabili. I condizionatori SAMSUNG garantiscano ambienti confortevoli con la massima attenzione al risparmio energetico e al rispetto ambientale, grazie a tecnologie di ultima generazione che sfruttano. Rimaniamo sempre in oriente con i condizionatori HISENSE, azienda fondata 1969 che si occupa di elettronica di consumo con filiali in tutto il mondo è sinonimo di robustezza e affidabilità e il prezzo è molto competitivo.

LEGGI ANCHE PERCHè SCEGLIERE CONDIZIONATORI INVERTER

La PANASONIC azienda nata a Osaka 1918, offre soluzioni ad alta efficienza allineati ai più avanzati standard costruttivi e rispondono ai più severi requisiti in materia di impatto ambientale. Questi condizionatori sono progettati in funzione di un risparmio energetico, della semplicità di installazione e dell’elevata efficienza operativa. Miglior marca condizionatori 2016. Scegliere il condizionatore giusto è piuttosto complicato, è sempre meglio richiedere il parere di un tecnico specializzato in grado di trovare sempre la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Se siete alla ricerca di un servizio eccellete di vendita e installazione condizionatori lo avete trovato! La nostra organizzazione dispone di uno staff tecnico composto da installatori con esperienza e tutte le qualifiche necessarie, per poter garantire ai nostri clienti un operato di qualità elevata, e caratterizzato anche da tariffe estremamente competitive. Chiamate subito per un sopralluogo e un preventivo gratuito.

LEGGI ANCHE I MIGLIORI MODELLI DI CONDIZIONATORI QUALITà PREZZO

 

Perchè scegliere un condizionatore Inverter?

Al giorno d’oggi la necessità di risparmiare energia è un argomento all’ordine del giorno. Sotto il nome di risparmio energetico si annoverano varie tecniche atte a ridurre i consumi dell’energia necessaria allo svolgimento delle diverse attività. Una di queste, utilizzata nei condizionatori a tecnologia INVERTER, o più precisamente Variable Speed Drive, è un dispositivo capace di variare la frequenza della corrente di alimentazione di un motore elettrico e, di conseguenza, la sua velocità di rotazione.

riparazione condizionatori inverter firenze
condizionatori inverter firenze

I vecchi condizionatori on/off, hanno una tecnologia molto semplice e poco costosa, ma ha un consumo energetico elevato, perchè il compressore, appena viene acceso l’apparecchio, va subito alla massima potenza e vi resta, a prescindere che ne possa effettivamente servire, per poi fermarsi completamente quando è stata raggiunta la temperatura impostata e ripartire al massimo quando la temperatura non è più tale.

I condizionatori Inverter invece hanno una tecnologia detta “modulante” sotto il controllo di un sistema elettronico, viene impiegata solo la potenza necessaria per raggiungere il valore di temperatura impostato. La potenza del compressore inizialmente è al massimo per poi diminuire gradualmente fino al raggiungimento di tale valore, e poi viene impiegato solo il minimo necessario per mantenerlo, senza però fermarsi. Inoltre questo innovativo sistema è molto silenzioso, ed è anche chiaro il perchè, una volta che l’ambiente è in temperatura, riduce la marcia, rallenta, quindi è meno rumoroso.

LEGGI ANCHE I MIGLIORI MODELLI DI CONDIZIONATORI

Un condizionatore di vecchia data o semplicemente on/off , invece  continua ad andare al massimo o a spegnersi, creando fastidiosi ronzii. Perchè scegliere un condizionatore Iverter? Questo sistema ha ulteriori vantaggi, di allungare la vita all’apparecchio perchè evita le continue accensioni e disattivazioni del compressore consentendo al motore di durare di più e ne limita l’usura.

DEVI ACQUISTARE UN CONDIZIONATORE INVERTER A FIRENZE CHIAMACI

Con l’installazione di un nuovo condizionatore Inverter di classe A+ o superiore, è possibile recuperare il 50% in dieci anni, del costo totale dell’impianto attraverso le detrazioni fiscali nella denuncia dei redditi fino al 31/12/2016. A partire dal 2017, tutti i bonus si ridurranno al 36% e le spese massime verranno dimezzate.

In fine, cosa da non sottovalutare, tale sistema è anche rispettoso verso l’ambiente, grazie all’uso di uno specifico gas refrigerante ecologico. Optare per un modello di condizionatore piuttosto che per un altro può rappresentare una decisione difficile da prendere all’acquisto, specie se non si conosce bene il funzionamento della tecnologia Inverter, la nostra organizzazione dispone di una squadra di tecnici specializzati e sempre attenti all’evoluzione del settore per aiutarvi nella scelta del condizionatore Inverter più adatta ai vostri ambienti domestici, attività commerciali e uffici.

I condizionatori d’aria non sono elettrodomestici a cui è possibile inserire la spina nella presa della corrente e tutto fila liscio, ma è necessario che l’installazione sia fatta da un tecnico abilitato e di comprovata esperienza, troppi sono gli installatori improvvisati senza alcun titolo, alcuni coperti da negozianti senza nessuna esperienza del settore che non hanno nessuna cognizione di quanto sia importante realizzare un buon impianto e soprattutto come intervenire in caso di problemi. Affidati con fiducia alla nostra esperienza, di chi ha fatto del proprio lavoro una passione, chiamaci per un sopralluogo e un preventivo gratuito.